Italia Varietà di Vite

GIANFRANCO TEMPESTA
MONICA FIORILO
INDICE DEL CAPITOLO

1.a Il successo delle prime 10 varietà di vite “leader” (fig. 2.25.2 Varietà dall’1 al 10)

Assistiamo ad una evidente concentrazione sulle prime 10 varietà, cioè quelle radicate nei Distretti (primari), si tratta di vitigni ubiquitari e capaci di adattarsi a diversi pedoclimi, quali le varietà: Sangiovese n., Trebbiano toscano b., Montepulciano n., o fortemente localizzate quali Catarratti b. in Sicilia occidentale; Glera b. in Veneto (Treviso, Padova, Vicenza) e Friuli V.G.; Barbera n. in Piemonte, Oltrepò e piacentino e Trebbiano romagnolo b. nella pianura romagnola.

Tre vitigni di origine francese sono radicati nel territorio italiano: Merlot n., Pinot Grigio gr. e Chardonnay b.

La progressione della varietà Glera b. appare eclatante, indice di adattabilità e risposta ai nuovi stili di vita..

Varieta dall 1 al 10

 

 

fu

Torna all'inizio della pagina

.

De Vulpe et Uva. Copyright © 2013. All Rights Reserved

RICERCA

WEB DIRECTOR

Gianfranco Tempesta
Email: gftempesta@devulpeetuva.com

WEB EDITOR

Monica Fiorilo
Email: mfiorilo@devulpeetuva.com

WEB DESIGNER

Freddy Fiorilo
Email: ffiorilo@devulpeetuva.com
DVEU

Tel: + (39) 348 594 1756

Copyright (c) De Vulpe et Uva - All rights reserved

POWERED BY: VIVAIO ENOTRIA