Italia Varietà di Vite

GIANFRANCO TEMPESTA
MONICA FIORILO
INDICE DEL CAPITOLO

1.c La forza delle “tradizionali”: dal 31 all’60 (figura 2.25.5 Varietà dal 31 al 40; figura 2.25.6 Varietà dal 41 al 50; figura 2.25.7 Varietà dal 51 al 60)

Si tratta di vitigni coltivati per meno di 5.000 ha ma non marginali, tutti radicati nei territori di origine. Nel grafico appaiono come un blocco compatto mantenendo superfici e percentuali sul Vigneto Italia con le connotazioni.

Gli alloctoni: Sauvignon b. e Pinot bianco b. mantengono le superfici storiche essendo fortemente localizzati nel loro territorio. Il Viognier b, di recente introduzione ha trovato come la Syrah n. accoglienza in terra siciliana.

Fig2_25_5
Fig2_25_6
Fig2_25_7
footer

fu

Torna all'inizio della pagina

.

De Vulpe et Uva. Copyright © 2013. All Rights Reserved

RICERCA

WEB DIRECTOR

Gianfranco Tempesta
Email: gftempesta@devulpeetuva.com

WEB EDITOR

Monica Fiorilo
Email: mfiorilo@devulpeetuva.com

WEB DESIGNER

Freddy Fiorilo
Email: ffiorilo@devulpeetuva.com
DVEU

Tel: + (39) 348 594 1756

Copyright (c) De Vulpe et Uva - All rights reserved

POWERED BY: VIVAIO ENOTRIA