Evoluzione delle DO italiane

GIANFRANCO TEMPESTA
MONICA FIORILO - MAURO CATENA

Veneto

VENETO

La regione ha attuato una attenta politica di valorizzazione delle proprie denominazioni ed oggi si colloca in testa alla pattuglia nazionale per numero di DOCG: 14 su un totale di 42 denominazioni. Frutto di tale politica è un impressionante aumento delle superfici cresciute dal 2.000 ad oggi di 17.000 ha per un totale di vino imbottigliato pari a 4.646.000 hl.

La parte occidentale, Vicenza e Verona, ha mantenuto i vitigni autoctoni e le posizioni di mercato con importanti DO quali Soave, Valpolicella nelle diverse tipologie, Bardolino, Bianco di CustozaPiù recentemente i successi dell’Amarone hanno offuscato quelli del vino Valpolicella, ma hanno rappresentato una valvola commerciale notevole per i mercati esteri facendo il paio col vino Prosecco.

Alla DO Piave, il fiume sacro alla Patria; tenta di sostituirsi una nuova denominazione, la DO Venezia da cui si attendono felici sviluppi, vista la notorietà mondiale del capoluogo della Regione del Veneto.

Alla DO Piave, il fiume sacro alla Patria; tenta di sostituirsi una nuova denominazione, la DO Venezia da cui si attendono felici sviluppi, vista la notorietà mondiale del capoluogo della Regione del Veneto.

Operazione similare, ma assai più improbabile, è stata attuata con la nuova denominazione Vigneti della Serenissima per la produzione di spumanti col metodo classico nelle aree collinari diverse dal territorio del Prosecco.

In tutta la regione opera un forte movimento cooperativo ben integrato con l’imprenditoria privata e attento all’evoluzione commerciale e all’esportazione. Tale sistema ha facilitato un interessante integrazione con la vicina vitivinicoltura emiliano-romagnola, soprattutto per la valorizzazione del vino da uve bianche non destinato alla DOC.

Importante la presenza in regione del Centro sperimentale vinicolo nazionale CREA di Conegliano che ha favorito l’innovazione della viticoltura regionale. Non c’è dubbio che i successi dell’enologia di tale regione dipendono da quelli del Prosecco e dalla forza con cui lo Stato o meglio la UE lo difenderanno dai numerosi attacchi internazionali, ma molto di più dalla severità dei controlli interni e dai rischi di inflazionare il mercato oggi in crescita esponenziale.

PROD Veneto
SUP Veneto

STAT Veneto

Veneto SDO

 

Flecha

 

 

.

De Vulpe et Uva. Copyright © 2013. All Rights Reserved

RICERCA

WEB DIRECTOR

Gianfranco Tempesta
Email: gftempesta@devulpeetuva.com

WEB EDITOR

Monica Fiorilo
Email: mfiorilo@devulpeetuva.com

WEB DESIGNER

Freddy Fiorilo
Email: ffiorilo@devulpeetuva.com
DVEU

Tel: + (39) 348 594 1756

Copyright (c) De Vulpe et Uva - All rights reserved

POWERED BY: VIVAIO ENOTRIA